Animali e letteratura


Storie che parlano al cuore

Animali e letteratura, storie che parlano al cuore

Se volessimo parlare o anche solo elencare libri, romanzi e racconti in cui gli animali sono protagonisti o comunque presenti non basterebbe questa trasmissione. E per lo stesso motivo, a volerne citare alcuni, c’è veramente l’imbarazzo della scelta. Ma visto che di questo parliamo, proviamoci.
Partendo da lontano, viene alla mente Argo, il vecchio cane descritto da Omero nell’Odissea, che aspetta il suo padrone Ulisse per 20 anni e che per primo lo riconosce. Facendo un balzo di secoli, incontriamo Laska, il cane da caccia che compare in Anna Karenina (1877) in cui Tolstoj descrive il flusso dei pensieri del cane, una descrizione lunga, con riflessioni bellissime che originano dalla mente di Laska. E poi, come non citare La Storia, strepitoso romanzo di Elsa Morante (scritto tra il 1971 e il 1973, uscito nel ’74) dedicato alla vita degli ultimi, cani compresi (ve ne sono ben due, Bliz e Bella) che partecipano alle vicende umane di povertà, dolore e morte. Passando per il romanzo breve (autobiografico) di Thomas Mann, Padrone e cane, in cui i due quasi si fondono e in cui lo scrittore getta luce sul piccolo mondo e sui segreti tormenti del cane Bauschan.

In redazione la giornalista Daniela De Vecchis e la scrittrice Elvira Ciacci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *