Stagionalità uccelli, cosa succede in autunno?


La stagionalità degli uccelli è un fattore importantissimo, che incide fortemente sulla loro salute. Più di altri animali, gli uccelli subiscono il cambiamento climatico durante l’anno sua sul piano fisico, sia sul piano psicologico.

Con la fine dell’estate, per gli uccelli, termina il periodo riproduttivo e inizia quello legato alla muta del piumaggio. Il cambiamento delle piume rappresenta un momento particolarmente stressante per gli uccelli, che spesso causa un abbassamento generico delle difese immunitarie e, automaticamente, un loro indebolimento. Ecco perché la stagionalità degli uccelli è un elemento che non va mai sottovalutato durante l’anno.

Quali sono le accortezze da adottare nel periodo della muta del piumaggio?

  • Tenere un regime di massima igiene
  • Riduzione del sovraffollamento nelle voliere
  • Fornire un’alimentazione “ideale”, caratterizzata da integratori alimentari idonei a un innalzamento delle difese immunitarie, come l’echinacea, o altri prodotti in commercio appositamente studiati per questo periodo dell’anno

Arriva l’autunno, aumenta l’umidità e il rischio di malattie respiratorie

L’umidità ambientale, in autunno, raggiunge picchi molto alti e preoccupanti per i nostri amici volatili. Infatti, tale innalzamento dei valori di umidità, unito a un abbassamento delle temperature di giorno e di notte, può esporre gli uccelli a malattie respiratorie anche gravi.

In casi di emergenza, sarà indispensabile coinvolgere il medico veterinario esperto in problematiche di uccelli ornamentali, che prescriverà la cura più adeguata.

Quali forme di prevenzione adottare nelle specie di uccelli a rischio e nei casi più lievi?

Sia nelle specie di uccelli a rischio, sia nei casi più lievi, un rimedio utile alla prevenzione di malattie respiratorie molto gravi consiste nel ricovero degli animali in strutture munite di lampada riscaldante, come quelle a infrarossi generalmente adottate durante lo svezzamento dei pulcini.

Tale lampada riscaldante abbassa il livello di umidità in ambienti di piccole dimensioni, asciugando l’aria e trasmettendo il calore necessario alla riabilitazione degli uccelli ricoverati.

Attenzione alle enteriti causate dal brutto tempo autunnale

Il brutto tempo autunnale, insieme all’umidità che ne deriva, può predisporre i nostri uccelli a enteriti (infiammazioni dell’intestino tenue) di vario genere, come quelle scaturite da batteri e coccidi, che possono manifestarsi, ad esempio, con la diarrea. In questo caso, è bene sottoporre l’animale a un esame delle feci, ripetuto con frequenza, che aiuterà a isolare il microrganismo responsabile e a prescrivere una terapia idonea.

Un rimedio utile per prevenire infiammazioni gastro-intestinali, ma anche per supportare la terapia prescritta dal veterinario per il nostro amico volatile, consiste nell’acidificare l’acqua di bevanda con aceto di mele e, in alternativa, fornirgli degli agrumi, qualora li gradisca.

Gli uccelli, come tutti gli animali, hanno bisogno di specifiche attenzioni e accortezze in ogni momento dell’anno, come anche in autunno! Facciamo attenzione alla loro salute!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *