fbpx
Sei un Tecnico Veterinario? Accedi all'area dedicata a te!
Animali in viaggio Articoli Influenti

Slovenia: un viaggio a misura di cane

Slovenia: un viaggio a misura di cane 23 Maggio 2019Leave a comment
Uno spunto di viaggio in Slovenia per chi ama spostarsi col proprio cane, anche se di taglia grande. La Slovenia è davvero pet-friendly.

Quanto è difficile viaggiare con un cane di grande taglia? Una nostra lettrice, Chiara, ha voluto raccontarci la sua bellissima esperienza di viaggio con la sua cagnolona Sumi nella magnifica Slovenia. Uno spunto di vacanza anche per chi ama i viaggi “zaino in spalla”.

Inizia l’avventura

Quante volte ci siamo disperate perché viaggiare con una belva di 50 kg non è proprio comodo. L’Italia del resto non agevola le cose. E allora quest’anno ci siamo voluti spostare un po’ oltre il confine e abbiamo scelto di fare un giro in Slovenia, con Sumi al seguito ovviamente… et voilà! Qui è tutto a misura di “dog”!

Tappa 1: Postojna

Postojna con alloggio al Proteus Youth Hostel. Cane ammesso in ogni ambiente gratuitamente e nel parco immenso che lo circonda.
Durante la visita alle grotte e al castello, un servizio di dogsitting gratuito si prende cura del tuo cane. Fantastico! E anche per i giri nelle vicine Planina e Cerknica no problem, prati immensi e laghi senza l’ombra di divieti. La Slovenia è bella selvaggia…

Tappa 2: Lubiana

Lubiana è la capitale e un paradiso per i cani. Prati immensi e ciotole con acqua ovunque, persino fuori dai pub. Il nostro alloggio è il Bit Center, pet friedly e poco fuori dal centro. A pochi metri c’è un parco grandissimo dove Sumi ha scorrazzato tra papere e aironi. Se dovete prendere i mezzi, però, non dimenticate la museruola.

Tappa 3: Lago di Bled

Bled è il principale polo turistico della Slovenia e per tale ragione il consiglio è quello di prenotare con molto anticipo un alloggio (lezione che abbiamo pagato cara, in tutti i sensi). Un lago cristallino, un isolotto con un chiesa di eccezionale bellezza e un castello molto suggestivo posto su una parete roccioso. Scenario completato da una vista mozzafiato sulle vette alpine.

Tappa 4: Predjama

Avete mai immaginato un castello in una grotta? Ecco, questo è possibile a Predjama. Arroccato in mezzo a una parete rocciosa nel fondovalle, il tutto diventa ancora più suggestivo grazie alla leggenda: si narra che da qui Erazam Lueger, il Robin Hood sloveno, beffeggiò i soldati che assediavano il castello gettando loro le ciliegie fresche che raccoglieva grazie a un passaggio segreto. Fece una brutta fine, ma almeno si è tolto qualche soddisfazione!

Consiglio questa splendido Paese a tutti gli amanti della natura, soprattutto per chi ha poco tempo a disposizione. Per questa vacanza munitevi di una bella giacca pesante, ciotole e una buona dose di spirito avventuriero.

Di Chiara Aliberti, viaggiatrice e proprietaria di Sumi

In copertina: Lago di Bled, Slovenia. Foto @Harvey Merrin Photography

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *