Sei un Tecnico Veterinario? Accedi all'area dedicata a te!
Articoli Influenti Attualità

Festeggiamenti di fine anno. No a botti e lanterne

Festeggiamenti di fine anno. No a botti e lanterne 30 Dicembre 2019Leave a comment

Alle porte del capodanno il tema ricorrente resta quello dei fuochi d’artificio. Abbiamo parlato dei botti “silenziosi”, o sarebbe più giusto dire “meno rumorosi”, ma quali potrebbero essere le alternative valide? Da qualche anno a questa parte è nata la moda delle lanterne, mini mongolfiere di carta che vengono spinte in alto da una fiamma che le fa andare lontano fino a scomparire dalla nostra vista. Ma realmente che fine fanno questi aggeggi?

Le lanterne inquinano e sono pericolose

La protezione civile ci mette in guardia, perché è vero che i fuochi d’artificio possono ferire e spaventare sia animali che bambini, così come inquinare l’ambiente. Ma anche le lanterne non sono da meno. Silenziose sì, ma con un alto rischio di incendio se, una volta tornate a terra la fiamma è ancora accesa, e pericolose per gli animali che possono ferirsi con la struttura di metallo o bambù che le costituisce. Gli animali infatti potrebbero ingerirla o restarvi impigliati. E ciò che resta contribuisce all’inquinamento ambientale che è già a livelli preoccupanti.

I consigli da seguire

Tante le città che hanno vietato l’utilizzo dei botti allo scoccare della mezzanotte e tante le associazioni che hanno stilato un decalogo per tutelare gli animali che non li sopportano. Ecco qui alcuni consigli dettati dalla Lav, la Lega Anti Vivisezione:

  1. CONSULTA CON ANTICIPO IL TUO VETERINARIO DI FIDUCIA: se sai che il tuo cane o il tuo gatto diventa particolarmente ansioso durante questo periodo dell’anno, ti aiuterà ad individuare soluzioni idonee a evitare o ridurre il senso di paura o di panico dell’animale.
  2. DOTA IL TUO CANE O GATTO DI MICROCHIP E DI MEDAGLIETTA RECANTE UN RECAPITO TELEFONICO: collari e pettorine possono allentarsi o usurarsi con l’uso quotidiano, verifica bene la loro integrità. Se il tuo cane è particolarmente timoroso, usa una pettorina antifuga, si rivelerà preziosa in caso di rumori improvvisi. Il microchip è uno degli strumenti più efficaci che abbiamo per riportare il nostro amico a casa! Assicurati che sia leggibile e le informazioni aggiornate. Puoi verificare con il tuo veterinario.
  3. PROGRAMMA UNA LUNGA PASSEGGIATA DIURNA: e un’uscita veloce all’imbrunire il 31 dicembre, prima che inizino i festeggiamenti. Tieni sempre il cane a guinzaglio nei giorni “caldi”, evita le zone potenzialmente a rischio.
  4. NON LASCIARE PER ALCUN MOTIVO GLI ANIMALI INCUSTODITI ALL’ESTERNO: nemmeno se sono in gabbia, nemmeno su terrazzi e balconi o nel giardino recintato. I botti ed i bagliori di luce improvvisi possono avere un effetto devastante e portare l’animale a fuggire o a farsi del male nel tentativo di farlo. Non tenere cani legati a catena, potrebbero strangolarsi.
  5. CREA UNA ZONA TRANQUILLA E SICURA PER IL TUO AMICO A 4 ZAMPE: lascia che sia lui a decidere dove. Potrebbe essere vicino te oppure nella sua solita area di riposo, ma potrebbe anche essere nella vasca da bagno o nel seminterrato. Aiuta a rendere il posto che il tuo cane o gatto sceglie il più possibile tranquillo e confortevole, accendi un po’ di musica rilassante lasciando dei giochi interattivi con del cibo nascosto, da scoprire se e quando sarà pronto a mangiare. Chiudi bene le finestre e le imposte, anche i bagliori improvvisi possono spaventare gli animali.
  6. NON ISOLARLO, NON BARRICARLO O BLOCCARLO: questo potrebbe avere risultati disastrosi, lascia che sia libero di muoversi e di venirti vicino se e quando lo desidera.
  7. SII PIU’ TOLLERANTE DEL SOLITO: nel caso in cui il cane ti lecchi o ti cerchi insistentemente. Alcuni studi hanno collegato atteggiamenti di cura all’aumento delle endorfine nel cervello, che aiutano ad alleviare lo stress.
  8. DIMOSTRA UN ATTEGGIAMENTO SERENO: se il cane o il gatto ti cerca devi esserci per lui, proponigli qualche giochino o coccola ma senza insistere, non eccedere nelle rassicurazioni per non aumentare la sua preoccupazione.
  9. ASSOCIAZIONI POSITIVE: se il tuo cane non è terrorizzato dai botti o se hai un cucciolo, nel momento in cui iniziano i fuochi fai cadere a sorpresa del cibo super squisito, ad ogni scoppio elargisci premi buonissimi con allegria. Questo è il momento prezioso in cui devi creare l’associazione “fuochi d’artificio = festone di cibo, evviva!”.
  10. ATTENZIONE: il periodo delle festività natalizie, tanto bello per noi umani, è però pieno di pericoli per gli animali. Cibi come uvetta (utilizzata nei dolci natalizi), cioccolato, noci di macadamia, bevande alcoliche sono velenosi per cani e gatti, non lasciarli a portata di zampa. Le decorazioni dell’albero, se ingerite possono essere letali per i nostri amici animali. Lo sapevi che anche la Stella di Natale, il vischio e l’agrifoglio, gettonatissimi in questo periodo dell’anno, sono velenosi per loro?
  11. SE L’ANIMALE SCOMPARE: presenta immediatamente una denuncia di smarrimento alla Polizia Municipale, o altra Forza di polizia, avvisa il Servizio veterinario pubblico e i canili della zona.

Le città che hanno vietato i fuochi d’artificio

Emilia Romagna

Modena e provincia, tutto l’anno, nel centro storico
Comune di Carpi (MO) divieto tutto l’anno
Castel Bolognese (RA)
Parma nel centro storico
Bassa Romagna – divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d’artificio)
Comune di Dozza
Comune Anzola dell’Emilia

Trentino Alto Adige

Comunità Alto Garda e Ledro
Comune di Giustino (TR)
Bolzano – divieto botti e petardi

Veneto

Treviso
Chioggia
Verona

Piemonte

Comune di Bra (CU)
Verbania
Comune di San Didero

Friuli Venezia Giulia

Liguria

Savona
La Spezia

Lombardia

Olgiate (VA)
Pavia
Varese e provincia
Lissione (Monza Brianza)
Carate Brianza

Abruzzo

Giulianova (TE)

Lazio

Guidonia (RM)
Tivoli (RM)

Toscana

Firenze- divieti in alcune zone
Cecina (LI)
Pescia (GR) limitazioni in alcune zone
Monterotondo Marittimo (GR)

Marche

Senigalia (fuochi solo sparati dagli addetti del comune. Divieto botti e petardi)
Falconara Marittima (AN)

Umbria

Perugia

Campania

Comune di Roccadaspide (SA)
Comune di Agropoli (SA)
Comune di Capaccio Paestum (SA)
Casaluce (Caserta)
Aversa (Caserta)
Comune di Pagani (SA)
Grottammare (NA)
San Giorgio a Cremano(NA)
Comune di Crispano (NA)

Puglia

Comune di Bisceglie (Barletta-Andria Trani)
Comune di Brindisi
Comune di Gravina (BA)
Comune di Lucera (Foggia)
Comune di Bari

Molise

Calabria

Reggio Calabria

Basilicata

Matera

Sicilia

Comune di Marineo (PA)

Sardegna

Comune di Assemoni (Cagliari)
Alghero (Sassari)
Olbia (fuochi d’artificio solo in aree privati)
Porto Torres
Comune di Villamar
Comune di Elmas (Cagliari)
Comune di Capoterra (Cagliari)

Isola D’Elba

Comune di Portoferraio

Foto di copertina @Patrick Foto/Shutterstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *