Sei un Tecnico Veterinario? Accedi all'area dedicata a te!
Articoli Influenti Attualità

Fuochi d’artificio “silenziosi”. Una bufala?

Fuochi d’artificio “silenziosi”. Una bufala? 20 Dicembre 2019Leave a comment

Sono stati utilizzati in America e anche in alcune città italiane. L’effetto ottico è uguale, non si nota la minima differenza. Li definiscono “silenziosi”, ma sarebbe più corretto dire che sono “meno rumorosi”. Perché se è vero che a livello visivo non cambia davvero nulla, è pur vero che il rumore c’è anche se meno forte di quello dei classici fuochi d’artificio.

La paura dei botti

Ogni anno, in prossimità del capodanno e delle feste natalizie in generale, si presenta il problema dei botti. Tanti animali soffrono e scappano a causa dei fortissimi rumori che non riguardano solo l’ultimo giorno dell’anno. Alcune città ne vietano l’uso, ma sono ancora veramente pochi i sindaci che prendono a cuore la questione ed emanano delle ordinanze ad hoc. Purtroppo sono ancora troppi quelli che restano legati alla tradizione, e in tal caso non resta che fare sempre le solite raccomandazioni:

  • non lasciate gli animali incustoditi in giardino;
  • non lasciate gli animali da soli in casa;
  • riservate loro una parte della casa dove i rumori esterni siano attutiti (per es. un bagno cieco o una cantina);
  • a volte sono gli animali stessi a scegliere un posto dove trascorrere quei minuti di caos, lasciateglielo occupare;
  • restate con loro in quel momento, perché la vostra presenza è fonte di sicurezza, non coccolateli ma non ignorateli totalmente;
  • per gli animali meno impauriti, provate a fare delle cose per loro piacevoli iniziando qualche minuto prima degli spari (per es. un gioco a loro supergradito o un osso da sgranocchiare);
  • alzate il volume della tv o della radio per confondere il rumore esterno;
  • per i casi più gravi, consultate il veterinario che potrà prescrivervi dei calmanti da somministrare già da qualche ora prima.

I fuochi d’artificio meno rumorosi possono comunque essere una buona via di mezzo per chi non vuole rinunciare ai giochi di luce e colore. Il rumore è meno forte e meno fastidioso anche per gli umani e i bambini che, al pari dei nostri animali, a volte sono letteralmente terrorizzati. Crediamo che perseguire le tradizioni sia molto bello, a patto però che ciò non provochi disagio ai più. E siccome i proprietari di cani e gatti sono ormai tantissimi, forse bisognerebbe prendere in considerazione l’idea di modificare qualcosa nelle usanze che finora ci hanno accompagnato. D’altronde, tutto ha una sua evoluzione ed è giusto che anche tradizioni considerate nocive vengano cambiate per il bene della comunità, umana e non.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *