fbpx
Sei un Tecnico Veterinario? Accedi all'area dedicata a te!
Animali e Ambiente Articoli Influenti Attualità

Paesaggi virtuali per le mucche che producono più latte

Paesaggi virtuali per le mucche che producono più latte 28 Novembre 20191 Comment
Occhiali virtuali per rendere più produttivi gli animali da reddito. È un progetto presentato al forum internazionale dell'agricoltura casearia.

Si sa, lo stato psicologico di un animale è fondamentale per il suo rendimento: se l’animale è rilassato, infatti, questo è decisamente migliore e il beneficio è per tutti, animale e azienda. Così finora abbiamo assistito a mucche massaggiate con robot e spazzole per renderle più tranquille e farle sentire coccolate. E sarà stato anche questo il motivo che ha spinto la fattoria RusMoloko di Mosca a dotare le sue mucche di speciali occhiali che permettono ai bovini di vivere una realtà virtuale che le rilassa e fa produrre loro più latte.

L’esperimento è stato presentato al sesto forum internazionale dell’agricoltura casearia ed è stato messo a punto con l’associazione dei veterinari russi che ha spiegato le percezioni delle mucche, e il lavoro ha dato i suoi frutti: meno ansia e più latte. Cosa vedono i loro occhi? Praterie sconfinate e verdi pascoli? Non lo sappiamo, di certo però è qualcosa che nella fattoria russa non esiste realmente.

Qualcuno ci aveva provato anche con le persone, con scarsi risultati però. Era stato Mark Zuckerberg che, a Barcellona nel 2016, con Oculus si presentò alla platea entrando in sala attraverso questi occhiali virtuali. Ma l’idea non ebbe il successo sperato e oggi (forse per fortuna!) la realtà vissuta è ancora quella reale e l’immagine di ragazzi con indosso gli occhiali virtuali non ha per nulla un’accezione positiva.

E gli animali? Loro non possono scegliere cosa vivere, ma se questo progetto dovesse prendere piede potremmo ritrovarci con stalle piene di animali rilassati sì, ma chiusi tra sbarre e cemento. Pascolare in verdi praterie sarà solo un sogno o un lontano ricordo come invece non dovrebbe essere. Sarà un bene per loro? E per noi? Animali più produttivi forse, ma senza riuscire a sconfiggere realmente quello che è e resterà il male della nostra generazione e di quelle future: l’inquinamento ambientale che ci allontana sempre più dal una vita sana e appagata.

Foto @Ministero dell’Agricoltura e dell’Alimentazione della Regione di Mosca

One comment

  1. Concordo a pieno con una delle preoccupazioni dell’articolo: “ma se questo progetto dovesse prendere piede potremmo ritrovarci con stalle piene di animali rilassati sì, ma chiusi tra sbarre e cemento”. Purtroppo ho paura che molti allevatori andranno in questa direzione, meno spese e più soldi incassati, a discapito però di una vita annientata… Se questo è il futuro allora io farò il possibile per combatterlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *